Appendicite: chirurgia sì, chirurgia no?

L'appendice è una piccola sacca che fa parte dell'intestino crasso e che trova la sua collocazione nella parte inferiore a destra dell'addome. L'appendicite non è altro che l'infiammazione di questa componente dell'organismo che talvolta può rivelarsi molto dolorosa. Ad oggi non sono ancora note le funzioni dell'appendice per il corpo umano e spesso la scienza tende a pensare che non abbia grande impatto sulle funzioni vitali dato che l'uomo riesce a vivere benissimo anche quando questa parte viene asportata. La chirurgia di esportazione dell'appendice Infatti è una pratica molto diffusa che ad oggi, però, sta man mano scomparendo per far largo ad una soluzione terapeutica meno invasiva.

Appendicite: un problema che tocca soprattutto i giovani

L'appendicite coglie maggiormente i ragazzi tra i 10 e i 20 anni di età, ma ciò non toglie che chiunque possa andare incontro a tale disturbo. L'infiammazione all'appendice si verifica nel momento in cui l'interno della sacca viene ostruito da muco contenente batteri o da altre sostanze come feci, corpi estranei o noccioli (come, ad esempio,quelli di ciliege e uva), tumori e parassiti. Questa malattia comunque può verificarsi anche dopo aver contratto un’infiammazione alle vie digestive. L'appendicite si manifesta con un forte dolore nel basso ventre, dall'ombelico fino in basso a destra dove, appunto, si trova l'appendice.

I sintomi del malore, oltre al forte dolore addominale che cresce di ora in ora acutizzandosi sempre più, sono:

• gonfiore addominale

• diarrea

• febbre

• incapacità di espellere gas

• inappetenza

Spesso questi sintomi possono essere confusi con quelli di altre patologie come ostruzione intestinale, stitichezza o malattie infiammatorie dell'intestino.

Oggi l’appendicite si cura coi medicinali

Un tempo la rimozione dell'appendice era pratica molto diffusa. Questo permetteva che la sacca non esplodesse e che, quindi, si avessero tempi di recupero più brevi. Ad oggi si cerca una soluzione meno invasiva che esponga il paziente a meno rischi possibili ed è per questo che oggi le cure sono a base di antibiotici. Se si crede di soffrire di appendicite è importante rivolgersi immediatamente al medico o addirittura al pronto soccorso nel caso in cui il dolore abbia già cominciato a manifestarsi nella sua fase acuta. Nel caso ci fosse un'emergenza, è molto probabile che i medici optino direttamente per la rimozione della sacca. L’operazione in questione è chiamata appendicectomia.