Difendersi dalla congiuntivite: alcuni consigli utili

Chi soffre di freddezza o allergie stagionali avrà fatto sicuramente conoscenza con la congiuntivite. Si tratta di una delle malattie oculari più famose, ma anche delle più fastidiose in assoluto in quanto invalidante per coloro che la sperimentano. Si tratta di un’infiammazione della membrana trasparente che protegge l’occhio e si caratterizza per il rossore che porta a causa della rottura dei capillari.

Esistono numerose tipologie di congiuntivite:

Virale: la patologia nasce a causa dell’Herpes Simplex (virus che colpisce anche labbra e genitali) e dell’Herpes Zoster (responsabile del cosiddetto Fuoco di Sant’Antonio)

Batterica: causa di questo tipo di congiuntivite sono agenti patogeni come streptococchi e stafilococchi

Allergica: in questo caso il disturbo è provocato dagli allergeni della primavera (graminacee, pollini e polveri) o da quelli presenti in alcuni cosmetici che contengono sostanze irritanti e pruriginose

Irritativa: il problema sorge in seguito allo sfregamento continuo dell’occhio o al suo contatto con agenti aggressivi.

Anche l’eccessiva esposizione al sole può provocare tali infiammazioni.

Come agisce la congiuntivite e quali sintomi porta con sé

Le caratteristiche principali della congiuntivite sono sensibilità alla luce solare e arrossamento della parte bianca dell’occhio, quella ricca di capillari che si spezzano e danno vita al rossore. Ogni varietà di questa patologia, comunque, porta con sé alcune proprietà particolari che le rende distinguibili. La congiuntivite batterica, ad esempio, si presenta con secrezioni giallastre e appiccicose, quella allergica si distingue per prurito, lacrimazione e bruciore, mentre quella virale porta occhi secchi e linfonodi mandibolari ingrossati.

Superare i fastidi della congiuntivite con l’aiuto della farmacia

Per evitare di incappare in una brutta congiuntivite, esistono alcune regole d’oro da poter applicare:

• Non toccare gli occhi con le mani sporche, specialmente se sono venute a contatto con agenti aggressivi

• Fare una cura preventiva di antistaminici in vista della primavera per prevenire il fenomeno

• Utilizzare prodotti e cosmetici adatti senza sostanze allergizzanti all’interno

• Proteggere gli occhi dai raggi solari con occhiali adeguati

• Evitare l’uso di lenti a contatto durante il periodo di ‘malattia

’ • Ricorrere ad impacchi di camomilla per lenire la zona offesa

• Asciugare gli occhi con biancheria da bagno sempre pulita

• Non usare colliri aperti da più di 7 giorni

• Non scambiare pennelli o trucchi infetti con altre persone

Quando e se la patologia arriva, bisogna rivolgersi ad uno specialista per una visita accurata. Il medico prescriverà colliri e pomate oftalmiche che, in base al tipo di infiammazione, contengono i principi attivi adatti. Per la congiuntivite allergica, infatti, devono essere usati farmaci antistaminici, per quella batterica sono adatti i prodotti antibiotici, mentre per quella virale sono consigliabili medicinali analgesici e antinfiammatori.