Attenuare i dolori mestruali con l’aiuto del magnesio

Il periodo mestruale è un momento sempre molto delicato per le donne che hanno una soglia del dolore bassa. Crampi, gonfiore, mal di schiena e molti altri sintomi possono invalidare intere giornate quando arriva il ciclo. Non tutte le donne soffrono allo stesso modo, comunque: alcune riescono a sopportare meglio i fastidi, altre no e, inoltre, i dolori mestruali variano da soggetto a soggetto. C’è chi soffre di emicrania, chi riscontra gonfiore al seno o chi percepisce alterazioni dell’umore passando dall’ansia al nervosismo alla gioia in poco tempo. I dolori del ciclo derivano da un processo di sfaldamento dell’endometrio che viene espulso mensilmente tramite, appunto, le mestruazioni. Questi non è altro che la parete dell’utero pronto ad accogliere un’eventuale fecondazione. Quando questo non avviene, l’utero elimina questa parte. Ad incrementare i crampi del ciclo, inoltre, vi è la prostaglandine. Tale sostanza è prodotta dall’endometrio e può portare intensi livelli di dolore dal basso ventre fino alla punta delle dita dei piedi.

Controlli periodici per monitorare il proprio ciclo mestruale

I controlli periodici dal ginecologo sono fondamentali in quanto i dolori mestruali potrebbero essere causati da fattori ben più gravi come infezioni dell’utero, endometriosi (infiammazione della parete uterina), patologie pelviche di tipo infiammatorio, fibromi, cisti ovariche e malattie trasmesse sessualmente. Non c’è da allarmarsi ogni mese, comunque. Bisogna considerare che i crampi dovuti al mestruo e tutti i restanti fastidi sono dovuti anche a severi squilibri ormonali dettati dal ciclo (si parla anche della fase preparatoria).

I sintomi del ciclo sono i seguenti:

• aumento di peso

• dolore alla pancia

• emicrania

• sbalzi d’umore

• seno dolorante

• nervosismo e irritabilità

• tristezza acuta

• ansia

• ritenzione idrica

• spossatezza

• dolori articolari e alla schiena in particolare

• gonfiore addominale accompagnato da spasmi

• crisi di pianto repentine e senza apparente motivo

Come sopravvivere ai dolori mestruali nei giorni del ciclo

I classici rimedi della nonna impongono fonti di calore direttamente sulla zona lesa così da rilassare la muscolatura e sciogliere le tensioni (il vecchio metodo della borsa d’acqua calda). Sarebbe opportuno regolarsi anche a tavola, soprattutto nei giorni che precedono il ciclo, evitando cibi raffinati e latticini. Utilissimo, invece, è il magnesio: un calmante naturale per i crampi e per l’umore che può essere consumato tramite alcuni alimenti o assumendo integratori appositi venduti in farmacia. Sempre qui è possibile trovare antinfiammatori e antispastici da banco (ad esempio il Buscofen) atti a placare i dolori più acuti e persistenti.