Micosi: può essere colpa del diabete?

Le micosi sono infezioni scatenate da funghi patogeni che possono essere distinti in organismi unicellulari o pluricellulari. Il fenomeno interessa sia esseri umani che animali, ma come si contraggono le micosi e come sono classificate? Esistono 3 modi per riconoscere la patologia, basta porsi le seguenti domande:

• Quale zona del corpo interessa?

• Come è stato contratto il fungo?

• Quale virus ha agito?

Le micosi, infatti, possono essere contratte sia dall’esterno, tramite contatto o vie aeree, sia dall’interno con l’attivazione del bacillo in un organismo già compromesso. In effetti, si può parlare di micosi primaria quando il fungo infetta per la prima volta un soggetto sano, mentre ci troviamo dinanzi ad una micosi opportunistica quando il virus colpisce un organismo già ammalato in precedenza. Le micosi, poi, possono manifestarsi in diverse aree del corpo classificandosi come superficiali, cutanee, sottocutanee e sistemiche.

Come si contrae una micosi?

Questa gamma di infezioni non si presenta mai allo stesso modo sulle varie parti del corpo. Il piede d’atleta, ad esempio, presenta spaccature tra le dita dei piedi, mentre su tronco e arti il fungo si presenta sotto forma di chiazze circolari dai bordi rossi e l’interno bianco. In che modo si contrae una micosi? Come sempre, possono esserci diversi fattori in gioco. Tra questi, ad esempio, c’è il diabete: le elevate quantità di glucosio nel sangue favoriscono l’attivazione e la proliferazione di funghi presenti nell’organismo che altrimenti sarebbero inoffensivi. Anche le difese immunitarie basse devono essere menzionate in questo elenco: quando le barriere protettive si abbassano è quello il momento in cui batteri e virus prendono il sopravvento. Questo accade, in particolar modo, quando l’organismo è malato. Ultima, ma non meno importante, la flora batterica. Quest’ultima regola la proliferazione degli agenti patogeni nell’organismo e, quando viene alterata a causa di assunzione di antibiotici, perde equilibrio ed efficacia.

Come si cura una micosi?

Il dermatologo è il medico cui rivolgersi in caso di infezione da funghi patogeni. Egli prescriverà farmaci antimicotici a base di fluconazolo, ketoconazolo, amfotericina B, itraconazolo e terbinafina. Tra questi, i medicinali da banco più famosi sono Pevaryl, Onilaq e Nizoral. Comunque, seguire alcune buone regole di igiene è fondamentale per evitare il contagio come lavarsi accuratamente e asciugare bene la pelle, evitare contatti con chi è infetto e lavare gli indumenti ogni volta che si è svolta attività sportiva.